LA FILDIS NELLA STORIA

 

Elaborazione grafica di un'immagine tratta
dal film: Ritratto di signora, di Jane Campion,
con Nicole Kidman, USA 1996           

Lo Statuto

LE SOCIE FONDATRICI DELLA SEZIONE DI CATANIA

 

 

FILDIS E IFUW

La nascita della FILDIS (Federazione Italiana Laureate e Diplomate Istituti Superiori) è legata a quella della IFUW (International Federation of University Women).

IFUW nasce nel 1919, con lo scopo di conquistare un più alto grado di educazione per le donne.

La FILDIS ha iniziato la sua attività a partire dal 1920 grazie all’impegno dei primi gruppi di donne universitarie che volevano operare per il progresso sociale ed economico della donna.

Nel 1922 avviene l’affiliazione della FILDIS all’I.F.U.W. di Londra.

     Oltre novanta anni dopo, e sotto il nuovo titolo di Graduate Women International (GWI), migliaia di donne laureate in tutto il mondo condividono gli stessi principi e la visione che hanno ispirato quei primi leader. GWI continua a sostenere la promozione di una formazione secondaria, superiore e continua per le donne in tutto il mondo.

La Fildis, che riapre nella sede di Catania grazie all’impegno delle nuove socie fondatrici, promuove la collaborazione tra donne universitarie e diplomate degli Istituti Superiori, per contribuire alla loro tutela  nelle attività professionali, diffonderne l’interesse verso i problemi sociali e promuoverne l’ausilio. Fildis sostiene e potenzia la cultura al femminile in vario modo, ad esempio erogando borse di studio a laureate, e/o organizzando convegni e tavole rotonde a tema.

Tiene ben presenti i fenomeni di portata epocale che si riferiscono alla sociologia in generale ed a quella delle masse in particolare: il suo obiettivo primario è quello di non disperdere “Il capitale al femminile” di cui ogni donna è portatrice anzi, di valorizzarlo, sia utilizzandolo nella condivisione reciproca, che coniugando antichi saperi ad attualità multimediale; è protesa ad offrire a molti soggetti spunti di crescita  e di potenziamento di risorse e di professionalità sempre “in progress”; ben si inserisce in uno stimolante contesto internazionale e nazionale per garantire la comunicazione in una prospettiva di sinergica crescita; utilizza le enormi risorse dell’era “dell’intelligenza extra–corticale” e dell’espansione della comunicazione tra individui in multimedia.

 

 

torna su